home  >  news

'Cinema e Scuola' in 8 1/2 numero 32

“I film entrano a scuola. Come insegnare cinema oggi?”. Questo il tema e la domanda del numero 32 della rivista ‘8 ½ - Numeri, visioni e prospettive del cinema italiano’. “Lo scorso 26 novembre la Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana ha pubblicato il testo della legge 14 novembre 2016 n° 220, intitolata alla Disciplina del cinema e dell’audiovisivo, attesa da due anni e accolta con entusiasmo pressoché unanime dalle diverse categorie interessate”, spiega il direttore Gianni Canova nell’editoriale.

E del resto già in Germania e Francia la media literacy è prevista da tempo. Se ne parla attraverso un’indagine con, tra gli altri, interventi approfonditi di Nicola Borrelli, direttore generale cinema MiBACT, Gianluca Giannelli, co-creatore di ‘Alice nella città’ e del critico Paolo Mereghetti. I 70 anni del Festival di Cannes sono celebrati da Gloria Satta, Laura Delli Colli, Franco Montini, Miriam Mauti e Fulvia Caprara ripercorrendo  i momenti salienti, con interviste ai direttori dei più importanti festival internazionali, che vi si confrontano, e ad attori e registi che danno la loro lapidaria opinione sulle palme più sopravvalutate della kermesse. La sezione ‘coming out’ mette i critici di fronte alla confessione di quali film li hanno fatti piangere. ‘Fatti’ è dedicato alla Convenzione non più europea sulle coproduzioni, con revisione e apertura ai paesi extra-europei. ‘Cinema Espanso’ racconta l’esperienza della prima del film di Ermanno Olmi sul cardinal Martini, organizzata all’interno del Duomo di Milano, alla personale dell’artista inglese Jason Shulman raccontata nella mostra ‘Fast Forward’, le cui opere comprimono migliaia di frames di un film in un’unica immagine e alla mostra Game On 2.0, dedicata al mondo dei videogiochi. Inoltre, intervista a Matteo Garrone che ha realizzato per il Salone del Mobile di Milano un cortometraggio intitolato DeLightFul. Tre i ricordi di personaggi recentemente scomparsi ma che hanno lasciato tanto al nostro cinema: Paquale Squitieri, Mino Argentieri e Tomas Milian.

Il racconto di cinema, a opera di Piersandro Buzzanca, s’intitola ‘Nella casa dove’ ed è un’originale storia di fantasmi. La sezione ‘Re-Print’ è in linea con il tema principale del numero, ovvero ‘Cinema e scuola’, riproponendo una prolusione, nel 1963, di Roberto Rossellini dalla ‘Rivista del cinematografo’. Il Focus è dedicato alla Danimarca. ‘Anniversari’ celebra il cinquantesimo anno di A ciascuno il suo di Elio Petri. In coda: approfondimenti sull’annuncio di TaoDue di una serie ispirata alla tragedia di Rigopiano e le polemiche che ne sono conseguite; sulle piattaforme di video on demand specificamente pensate per la didattica scolastica; sulla costruzione dei trailer di film drammatici; sul marketing del film Smetto quando voglio - Masterclass).  In chiusura, il libro ‘Cinemology’ mappa per vedere la storia del cinema attraverso degli efficaci disegni stilizzati, e il ‘punto di vista’ sulla critica di Giulio Sangiorgo, direttore di ‘Film TV’.
 
 

Android app on Google Play