/ News

Istituto Luce – Cinecittà sarà presente a Cannes Classics con la versione restaurata di Blow-Up di Antonioni, presentata insieme a Cineteca di Bologna in collaborazione con Warner Bros. e Park Circus. Il restauro è stato realizzato nei laboratori di Criterion a New York e L’Immagine Ritrovata della Cineteca di Bologna, con la supervisione del direttore della fotografia Luca Bigazzi.

 
Quindici anni fa nasceva questa sezione del Festival, divenuta ormai una componente essenziale della selezione ufficiale. Il programma dell’edizione 2017 si compone di ventiquattro spettacoli, un corto e cinque documentari. I film sono proiettati in DCP 2k e 4k, escluso L’Atalante che sarà in 35mm. Dato che si tratta della 70ma edizione del festival, saranno in programma film che compongono una breve storia della manifestazione, da René Clement con La Bataille du Rail (Battle of the Rails) a Victor Erice, passando per Le Salaire de la peur (The Wages of Fear) di Henri-Georges Clouzot, Körhinta (Merry-Go-Round / Un petit carrousel de fête) di Zoltán Fábri, Ila Ayn? (Vers l’inconnu ?) di Georges Nasser, Skupljači Perja (I Even Met Happy Gypsies / J’ai même rencontré des Tziganes heureux) di Aleksandar Petrović.

Vedi anche

CANNES

Ad Ad